Il prodotto è stato inserito nel carrello.
Mostra il tuo carrello.
Questo prodotto era già nel carrello, la sua quantità è stata aggiornata.
Mostra il tuo carrello.

BIANCO ITALIA

A cura di Dominique Stella
Edizione francese/inglese
BIANCO ITALIA
Isbn: 978-88-96780-42-8
Formato: 24×30 cm
Pagine: 184
Anno di pubblicazione: 2013
Collana: Cataloghi di mostre
Lingue: francese/inglese
Stampa: colori
Legatura: cartonato con sovracoperta in PVC
Disponibilità: Disponibile
Prezzo: € 35,00

Aggiungi al carrello
Descrizione
“Bianco Italia” è il catalogo della nuova mostra che la galleria Tornabuoni Art dedica alle avanguardie italiane pioniere nella creazione di opere monocromatiche bianche. La mostra riunisce circa quaranta opere di artisti che, alla fine degli anni ‘50, hanno sperimentato la purezza di questo “non-colore” componendo un vero e proprio archivio comune. Il percorso presenterà opere di Vincenzo Agnetti, Alberto Biasi, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Enrico Castellani, Dadamaino, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Salvatore Scarpitta, Turi Simeti, Nanda Vigo e altri interpreti del bianco italiano. Forma edizioni presenta in questo volume la raccolta di tutte le opere in mostra presso la Tornabuoni Art oltre ad alcune immagini inedite che riproducono gli artisti al lavoro. Un saggio critico di Dominique Stella, curatrice del catalogo e della mostra introduce la sezione dedicata alla biografia e alle opere di ogni artista.
“[...] La linea bianca, che sembra segnare il passaggio verso la seconda metà del Novecento, introduce una vibrazione creativa e annuncia trasformazioni socio-politiche e artistiche. Essa è di per sé un simbolo della volontà di contestazione globale. Nacque allora una generazione che seppe confrontarsi con il reale, inventando un’arte la cui forza impose una nuova dimensione alla creazione che, in quegli anni di dopoguerra, auspicava un rinnovamento artistico e spirituale impegnato in un tentativo di ridefinizione della modernità. Una "Nuova concezione artistica", come diceva Manzoni, uno spirito di resistenza si contrapponeva al materialismo esultante della nascente società dei consumi. L’idealismo europeo sembrava voler controbilanciare il cinismo di artisti quali Warhol, e per certi versi opponeva al dirompente Pop americano un atteggiamento «Zen» che il bianco seppe caratterizzare in modo strepitoso. ”

DOMINIQUE STELLA svolge la propria attività di storica dell’arte contemporanea tra l’Italia e la Francia. Dal 1993 al 1998 è stata direttrice di Palazzo Reale a Milano, nonché delle esposizioni del Centro culturale Francese di Milano (1996-2002). Dalla sua fondazione nel 1987 partecipa attivamente alle attività della Fondazione Mudima. Con Clara Vega ha fondato la Stella & Vega.