Il prodotto è stato inserito nel carrello.
Mostra il tuo carrello.
Questo prodotto era già nel carrello, la sua quantità è stata aggiornata.
Mostra il tuo carrello.

ALBERTO BIASI

Testo di Serge Lemoine
ALBERTO BIASI
Isbn: 978-88-96780-77-0
Formato: 24×30 cm
Pagine: 176
Anno di pubblicazione: 2015
Lingue: Francese/Inglese
Stampa: colori
Legatura: cartonato con sovraccoperta in PVC
Disponibilità: Disponibile
Prezzo: € 39,00

Aggiungi al carrello
Descrizione
Alberto Biasi è un protagonista assoluto della storia dell’arte italiana del dopoguerra. La sua figura è una delle più coerenti e autorevoli a livello internazionale nel campo di quella che in Italia è stata definita Arte Programmata, o anche Arte Cinetica, e altrove Optical Art.
In occasione della mostra monografica realizzata dalla galleria Tornabuoni Art di Parigi in collaborazione con l’artista medesimo e curata da Serge Lemoine (Professore emerito alla Sorbonne e già Direttore del Museo d’Orsay di Parigi), Forma Edizioni presenta il catalogo dell’esposizione.
Il volume offre una lettura dettagliata del profilo di Alberto Biasi, compiutamente illustrato attraverso il testo critico di Lemoine, nel quale l’autore ripercorre la vita del Maestro, i suoi luoghi, le tappe fondamentali del suo lavoro e conseguentamente la sua evoluzione artistica.
Immagini storiche d’archivio fanno da prezioso complemento al saggio, introducendo la raccolta completa delle opere in mostra alla quale si aggiungono alcuni “lavori iconici” importanti presenze nella carriera di Biasi.
L’ampia sezione dedicata agli apparati (biografia, bibliografia ed esposizioni personali e collettive) arricchisce il volume, fornendo approfondimenti utili alla comprensione dell’artista e della sua espressione artistica.

“[...] Alberto Biasi ha creato un’arte semplice, diretta e comprensibile, legata a visioni positiviste, fondata sulla programmazione e sul controllo dei mezzi, basata sulla sperimentazione, rivolta ad una società portatrice di sorpresa e bellezza. Un bell’ideale davvero”.

Alberto Biasi (Padova 1937), frequenta dapprima gli studi classici, poi l’Istituto d’Architettura ed il Corso Superiore di Disegno Industriale a Venezia. Nel frattempo inizia l’attività di pittore e scultore e nel 1959 forma il Gruppo N.
Dal 1959, a oggi, la sua attività si è mossa costantemente all’insegna dell’indagine percettiva, attraverso cicli di lavori, ciascuno dei quali ha affrontato poeticamente e scientificamente alcuni problemi legati alla visione: dalle prime Trame alle famosissime Torsioni, dai Light Prisms agli Ottico-dinamici.
Nel 2000 Biasi elabora una sintesi delle ricerche precedenti e crea gli Assemblaggi, soprattutto dittici e trittici prevalentemente monocromatici, d’impressionante effetto plastico e coloristico.
Oltre alle dodici esposizioni del Gruppo Enne, Biasi ha allestito più di cento esposizione personali e ha partecipato a più di cinquecento collettive, fra cui ITALIAN ZERO & avantgarde ‘60s al Museo MAMM di Mosca, la XXXII e la XLII Biennale di Venezia, la XI Biennale di San Paolo, la X, XI e XIV Quadriennale di Roma e le più note Biennali della grafica, ottenendo numerosi e importanti riconoscimenti.